Pizza Pascalina, com'è fatta la pizza che protegge dai tumori

Pizza Pascalina, com'è fatta la pizza che protegge dai tumori

Si tratta di Pascalina, una "tonda" preparata con ingredienti di primissima qualità che aiuterebbe a salvaguardare l'organismo dal pericolo cancro. Per provarla occorrerà andare al Napoli Pizza Village nello stand della pizzeria Don Peppe, una delle 50 pizzerie presenti alla grande manifestazione in programma nella città partenopea. La pizza in questione è nata da un progetto dell'Istituto dei Tumori di Napoli Fondazione Pascale che ha cercato di studiare una tipologia di pizza che potesse rappresentare una sana alimentazione.

Farina di frumento, friarielli campani a crudo, pomodorini di Corbara o San Marzano, olive di Caiazzo, olio extra vergine d'oliva del Cilento, aglio e peperoncino. Tant'è che la pizza si chiama Pascalina.

La Pizza Pascalina, come dicono gli organizzatori del Napoli Pizza Village, grazie ai suoi ingredienti "può essere consumata come pasto principale anche due volte a settimana" ed è stata inserita nella cosiddetta Piramide Alimentare Pascaliana, che applica i principi della dieta Mediterranea basandosi anche sulle linee guida contro i tumori della World Cancer Research Fund e sulle evidenze scientifiche in fatto di dieta e di prevenzione dei tumori.

Buona, bella e anche salutare: la pizza è un patrimonio tutto nostro che vale la pena inserire nella propria dieta!