Pescara, 80 intossicati alla mensa delle elementari: bambini ricoverati

Pescara, 80 intossicati alla mensa delle elementari: bambini ricoverati

"La situazione è sotto controllo non c'è da preoccuparsi anche se la gastroenterite è una malattia e va curata, i bambini colpiti hanno risposto bene al trattamento, la pediatria di Pescara ha confermato che non si tratta di una forma batterica e non virale", ha detto il direttore generale della Asl Armando Mancini sul caso di Pescara che coinvolge fino a 186 tra bimbi e insegnanti intossicati in tutta la provincia abruzzese. Al momento viene esclusa l'ipotesi salmonella.

E' stato un week end di Festa della Repubblica decisamente animato a Pescara, ed in particolare per un centinaio di persone, tra bambini, la maggior parte, ed una decina di adulti, costretti a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso per sintomi tipici di tossinfezione alimentare. Molti sono anche i bambini che, pur non essendo ricoverati, sono a casa con febbre alta e disturbi intestinali. Il provvedimento resta in vigore finché non sarà individuato con certezza il cibo contaminato. Fortunatamente nessuno dei casi in esame è considerato grave.

Intanto sono attesi per oggi i primi risultati dell'indagine epidemiologica disposta dalla Asl di Pescara.

Il sindaco di Pescara Marco Alessandrini ha disposto il blocco del servizio 'A tempo pieno' per le scuole elementari e medie dopo che nei giorni scorsi sono stati circa ottanta i soggetti finiti in ospedale per intossicazione alimentare dopo aver usufruito del servizio mensa delle scuole comunali. Anche per coloro che hanno scelto strutture sanitarie diverse dall'ospedale di Pescara è stato seguito il protocollo terapeutico stilato dall'azienda sanitaria del capoluogo adriatico, che ha gestito l'emergenza. "Entro la serata avremo più informazioni, perché dovrebbero arrivare oggi i risultati dei primi accertamenti", ha assicurato in merito l'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci.