Pensione di cittadinanza: cos’è, come funziona e a chi spetta

Pensione di cittadinanza: cos’è, come funziona e a chi spetta

Per Parigi il reddito di cittadinanza non è la "buona soluzione alla povertà", meglio puntare su una "società basata sul valore del lavoro".

La pensione di cittadinanza non sarà ovviamente riconosciuta a tutti i pensionati, ma solo ed esclusivamente a coloro i quali non riescono, con il solo loro reddito, a raggiungere 780 euro di entrata mensile.

L'importo viene in ogni caso parametrato sulla base della scala OCSE (L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) per i nuclei familiari più numerosi. Si trattava dunque di una misura diversa da quella pensata dal M5s, più vicina a un sussidio di disoccupazione sottoposto a condizioni precise come l'impegno a cercare lavoro o accettare impieghi offerti dai centri. L'Italia così si uniformerà alla maggioranza delle nazioni Ue. Il reddito di cittadinanza costa allo Stato 17 miliardi di euro l'anno.

Il ministro del Lavoro e del MEF si è soffermato anche sulle prime riforme da fare: "La delibera - ha rivelato Di Maio - sul il taglio dei vitalizi è già sul tavolo del presidente della Camere".

La Lega non la pensa allo stesso modo: "sui fondi per il reddito di cittadinanza aiuterà il riordino degli ammortizzatori introdotti con il Jobs Act: "inutile, secondo questa posizione, tenere in piedi Naspi, Discoll, Asdi, reddito di inserimento". Dalle ultime notizie e dichiarazioni, parrebbe che al Governo francese proprio non piaccia. "Roberto Fico ci ha lavorato mentre si formava il governo". E' giusto che ci sia lo spoil system perché dopo 5 anni si creano delle incrostazioni.

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).