Penka, la mucca clandestina

Penka, la mucca clandestina

La protagonista di questa vicenda è Penka, una mucca da latte incinta, solita pascolare presso un piccolo paesino bulgaro, a pochi chilometri dal confine con la Serbia. "Le analisi sono risultate negative, la mucca può essere restituita nelle strutture di allevamento a Mazarachevo entro la fine della settimana", si legge nel comunicato pubblicato sul sito dell'agenzia.

I guai di Penka sono iniziati quando è stata ritrovata da un allevatore serbo nei pressi del paese di Bossilegrad. In base alla legislazione Ue sulla sicurezza sanitaria e alimentare, al suo ritorno in patria rischia la macellazione. Il caso è stato rilanciato sui tabloid britannici più filo-Brexit, dall'Independent al Telegraph sino al Sun e al Daily Mail, spingendo anche l'eurodeputato conservatore britannico John Flack a scrivere una lettera sia al premier bulgaro Boyko Borissov sia al presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani, per risparmiare la vita della povera Penka. Molte anche le celebrità che si sono espresse sulla questione, tra cui l'ex Beatle Paul McCartney. Ieri sera Ivan Haralampiev ha smentito la notizia che Penka fosse incinta.

La portavoce della Commissione europea, Anna Kaisa Itkonen, ha assicurato che Penka "è in quarantena in Bulgaria, in attesa che le autorità certifichino il suo stato di salute". "È bene ritornare nell'Ue dopo averla abbandonata", alludendo evidentemente alla Brexit.