Oggi c’è la MotoGP in Catalogna

Oggi c’è la MotoGP in Catalogna

Partito dalla pole position, Jorge ha subito il sorpasso di Marquez e Iannone ma dopo aver "restituito" il favore ad entrambi ha messo in scena la sua strategia preferita: passo costante e fuga solitaria. Il pilota vastese si conferma in un buon momento e, nelle qualifiche del Gp di Catalogna, settimo appuntamento della stagione, ha conquistato la 5ª posizione in griglia di partenza. Anche Marquez sembra poter avere un ottimo passo-gara.

Avevamo trovato la gomma posteriore giusta ma sapevo che comunque era impossibile battere la Ducati. Fantastico vincere due gare di fila con la Ducati. "Ma la verità che Marc era lì, ma quando Dovi è caduto e ho visto un secondo di margine, ho pensato che questa era l'opportunità di spingere più e andare via" ha premesso il maiorchino ai microfoni di Sky Sport. Non è detto. La verità è che, come ho sempre detto anche quando ero in Yamaha, la Yamaha tratta i due piloti allo stesso modo e la Ducati fa lo stesso con noi. "Abbiamo ottenuto dei punti importanti per il campionato considerando anche che l'anno scorso su questa pista abbiamo sofferto molto". Tra le squadre principali manca solo la Ducati.

Interrogato sulla questione, il pesarese ha espresso il proprio punto di vista: "è difficile dire se la Yamaha va male perché c'è Vinales al posto di Lorenzo e credo che non sarebbe neanche giusto. La Yamaha era una moto più naturale per me ma adesso piano piano mi sto avvicinando a quella percorrenza e fluidità". "Se avessi avuto questo pacchetto prima avrei iniziato a vincere prima".