Napoli, Sarri verso Londra: effetto Chelsea sul mercato azzurro

Napoli, Sarri verso Londra: effetto Chelsea sul mercato azzurro

L'obiettivo dei bianconeri è quello di alzare la posta in palio e trarre il maggior profitto dall'operazione, al momento il club di Abramovic si è tirato indietro ma non ha intenzione di mollare la pista soprattutto se sulla panchina dovesse approdare Maurizio Sarri, grande estimatore dell'argentino. Partirà la macchina diplomatica tra il Chelsea e il Napoli e si ragionerà per arrivare ad una soluzione che possa comprendere il mercato.

La nuova sistemazione dell'ex tecnico del Napoli potrebbe aprire un nuovo interessante scenario: se dovesse realmente accomodarsi sulla panchina del Chelsea, Sarri avrebbe già pronta la lista degli acquisti da completare a breve.

E' ripartita l'offensiva, nonostante tra i pensieri sparsi di quell'uomo ricco e potente che si chiama Roman Abramovich ci siano altre preoccupazioni: però la Premier vorrà tutti in campo l'11 agosto, dunque tra meno di due mesi, e bisogna pur decidersi: Antonio Conte ha il contratto, ma ormai sa come vanno certe storie, e questa sembra finita; e poi c'è quella clausola indefinita, sono comunque palate di milioni di euro, e si può essere fantamiliardari o anche no, ma bisogna aver rispetto per il danaro, euro o sterline che fossero. Ad esempio, tu vuoi David Luiz che è in scadenza di contratto nel 2019? E' un accordo sotterraneo che entrambe le società credo vogliano raggiungere.

"Ramadani (operatore di mercato, ndr.) è rientrato da Londra dove ha perfezionato i dettagli dell'operazione Sarri e ora sta portando avanti in persona il mercato del Chelsea".