Napoli, la clausola è scaduta: per Sarri il Chelsea ora dovrà trattare

Napoli, la clausola è scaduta: per Sarri il Chelsea ora dovrà trattare

Sarà Maurizio Sarri il nuovo allenatore del Chelsea di Roman Abramovich?

Un indizio social potrebbe far pensare che la strada verso Londra, per Maurizio Sarri, oggi sia un po' più breve. Il Chelsea infatti potrà continuare il pressing anche dopo la scadenza della clausola rescissoria ma da domani dovrà trattare in prima persona con il Napoli, cioè con De Laurentiis, per trovare l'accordo, l'ultima parola spetterà al presidente azzurro perché dovrà dare lui l'ok per liberare il tecnico e sarà lui a stabilire il prezzo. E Conte resta alla finestra.

Ma al club 13 volte campione d'Europa piace anche Massimiliano Allegri, che però a sua volta ha annunciato la decisione di rimanere alla Juventus: infatti, sta già progettando con la dirigenza i nuovi acquisti per tentare di vincere l'ottavo scudetto consecutivo.

Da questo orecchio il Chelsea non ci sente: sollevare Conte dall'incarico significherebbe, a meno che quest'ultimo non ritrovasse immediatamente una squadra, dovergli corrispondere l'ultimo anno d'ingaggio, pari a 9 milioni di euro. In questo momento appare chiaro che l'ex-ct dell'Italia non siederà sulla panchina dei Blues nella prossima stagione, ed è per questo che i responsabili del calciomercato del Chelsea si stanno muovendo senza consultarlo puntando obiettivi adatti al gioco di Sarri come Martial, Seri e Lewandowski. Secondo The Sun, il club inglese avrebbe scaricato l'ex allenatore a causa del suo "passato controverso" legato alle accuse di omofobia dopo il diverbio con Mancini nel lontano gennaio 2016, in occasione della sfida di Coppa Italia tra Napoli e Inter.