Morto lo chef di fama internazionale Anthony Bourdain

Executive chef in un noto ristorante newyorkese, scrittore, conduttore giramondo di programmi tv, Bourdain si era inventato una narrazione in grado di unire cibo di strada e cucine stellate e lo aveva fatto qualcosa come diciassette anni fa. A trovarlo morto nella sua camera d'albergo questa mattina è stato il suo amico Eric Ripert, uno chef francese.

Anthony Bourdain, chef di fama internazionale, aveva raggiunto la notorietà scrivendo per diverse testate, fra cui il New York Times, The Observer, e The Independent, e pubblicando numerosi libri.

"È con enorme tristezza che confermiamo la morte del nostro amico e collega Anthony Bourdain", ha affermato l'emittente televisiva in un comunicato.

Prosegue la CNN: "Il suo amore per la grande avventura, i nuovi amici, il buon cibo e le bevande e le straordinarie storie del mondo lo hanno reso un narratore unico".

Bourdain si trovava in Francia per un episodio del programma tv che conduceva sulla Cnn.

Bourdain era diventato famoso in tutto il mondo nel 2000 dopo la pubblicazione del libro Kitchen Confidential, un racconto di quello che accade nelle cucine dei famosi ristoranti americani. "Il suo talento non smetterà mai di appassionarci e ci mancherà davvero tanto". "I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno a sua figlia e alla sua famiglia in questo momento incredibilmente difficile". Tra i primi a commentare la scoparsa dello chef, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump: "La morte di Anthony Bourdain è un evento molto triste". E' approdato sul piccolo schermo prima su Food Network, poi con 'Anthony Bourdain: No Reservations' -vincitore di due Emmy- su Travel Channel. Nel 2013, "Parts Unknown" ha segnato l'inizio del binomio con la Cnn.