Montreal, il venerdì è di Verstappen

Leggermente più indietro Lewis Hamilton, quarto a fine sessione con un ritardo di un decimo; i primi 4, però, sono racchiusi in pochissimo, segno evidente che le qualifiche verranno decise dai particolari. La buona notizia, per il tedesco, non è solamente la pole position (che a una Ferrari a Montreal mancava dal 2001, con Schumacher), ma anche il 4° tempo di Lewis, che lo costringerà a partire dalla seconda fila, al fianco di un Max Verstappen apparso scatenato fin dalle prime libere del venerdì. Sebastian Vettel, solo quinto, ha vissuto una giornata poco lineare: tra un contatto con le barriere e parecchi cambi di setup ha perso parecchio tempo nei box e non è mai entrato nel ritmo giusto, come ha ammesso senza nascondersi anche lui.

Chi conquisterà la pole del GP F1 del Canada? Oltre il secondo di svantaggio sul giro hanno accumulato gli altri piloti, da Sergio Perez (Force India, +01" 304), a Nico Hulkenberg (Renault, +1 "347), da Romain Grosjean (Haas, +1" 415) a Stoffel Vandoorne (McLaren, 1 "435) per citare solo quelli entrati nella top ten. Va detto che a Montreal di solito ci sono molte possibilità di sorpassare in gara, per cui partire davanti a tutti potrebbe essere meno fondamentale che altrove - Montecarlo per esempio, dove Daniel Ricciardo ha guidato il "trenino" per tutta la gara. E mentre Ricciardo si è preso la sua dominando e vincendo a Montecarlo lo scorso weekend, qui a imporsi in entrambe le sessioni di libere è stato Max Verstappen. Spesso dominatore assoluto del sabato, Hamilton al Montmelò ha raggiunto un totale di 74 pole position in carriera, sempre più leader solitario di questa speciale classifica, anche se meno dominante rispetto alle passate stagioni al sabato.