Migranti: Merkel per una soluzione Ue

Migranti: Merkel per una soluzione Ue

La guerra di posizione si combatte tra la Cancelliera Angela Merkel e il ministro dell'Interno Horst Seehofer, fautore della linea dura. Una situazione dalla quale sembra davvero difficile individuare al momento una via d'uscita senza che qualcuno ci rimetta il posto. I migranti le cui domande di asilo sono state respinte in Germania saranno accompagnati al confine immediatamente o respinti se riprovano a entrare nel paese. Indiscrezione né confermata e né smentita dal portavoce del governo di Angela Merkel, che anzi ha invitato alla cautela. "L'Italia è un partner molto importate", ha affermato il portavoce. Il capo dei deputati Csu, Alexander Dobrindt, ha parlato da parte sua di una "situazione storica". "Non vediamo la possibilità di aspettare una soluzione europea", ha aggiunto, spiegando che i cristiano-sociali non intendono rinunciare ai respingimenti. Le politiche sull'immigrazione sono "di competenza del ministro dell'Interno" - fanno sapere i cristiano sociali - "e il ministro dell'Interno lo esprimiamo noi".

Insomma, dopo l'affronto "dell'asse dei volenterosi" lanciato ancora da Seehofer in chiave anti-Merkel con Roma e Vienna, la Csu bavarese (che con la Cdu è federata a livella nazionale nella cosiddetta Unione) oggi è arrivata a minacciare di separare i destini dei due partiti. "Inaudita escalation", scrive die Welt on line. Mentre la Frankfurter Allgemeine Zeitung lascia immaginare che i veri conservatori siano con la Baviera: Merkel ha avuto tre anni per riparare la "politica sbagliata" sui profughi, si legge, e adesso "la Csu non vuole aspettare 14 giorni, la botte è straripata". "Dal 2015 stiamo discutendo questo tema, bisogna pure arrivare a decidere e, se necessario, farlo con la questione della fiducia", ha detto alla Bild il deputato Axel Fischer.

Se invece dovesse passare la linea Merkel si aprirebbe un confronto per modificare questo trattato che indubbiamente penalizza i paesi, come Italia e Grecia, che affacciano sul Mediterraneo e sono oggetto delle rotte dei trafficanti. E intanto la destra oltranzista di Afd gongola.