Melania contro Donald Trump: scoppia il caso sui migranti minori

Melania contro Donald Trump: scoppia il caso sui migranti minori

Associated Press ha ottenuto un documento del Dipartimento della Sicurezza Interna che dice che tra il 19 aprile e il 31 maggio 1.995 bambini sono stati separati da 1.940 genitori. Il presidente si è limitato a decretare il ricongiungimento delle famiglie, senza mettere mano al problema che ha causato questa situazione: la volontà di perseguire penalmente ogni migrante irregolare. Melania "crede che dobbiamo essere un Paese che segue tutte le leggi ma anche un Paese che governi col cuore", ha aggiunto. Ma terremo unite le famiglie. In un'intervista alla Reuters il Pontefice ha detto di condividere le dichiarazioni dei vescovi cattolici statunitensi che hanno definito la separazione dei bambini dai loro genitori "contraria ai nostri valori" e "immorale". Dopo i dazi apposti da Trump su 50 miliardi di $ di prodotti cinesi, e la successiva contromossa di pari importo attuata dai cinesi su prodotti americani, la guerra commerciale si sta incattivendo.

Aveva suscitato indignazione, nei giorni scorsi, un audio in cui si sentiva il pianto disperato di 10 bambini provenienti dall'America centrale e separati dai loro genitori dalle autorità che sorvegliano il confine con gli Stati Uniti. Trump sa, per esempio, che lo scontro commerciale aperto con la Cina può finire con l'intaccare le relazioni in modo serio e rovinare il lavoro su dossier molto complessi come quello nordcoreano; o forse potrebbe accelerare certe dinamiche. "La popolazione della Germania si sta rivoltando contro i suoi leader" ha scritto Trump, che su Twitter definisce "debole" la coalizione a Berlino. È storico - ha proseguito - con alcuni Paesi che sono i posti più pericolosi del mondo. Ma, ha avvisato il presidente Usa, "qualsiasi legge sull'immigrazione deve contenere": il completo finanziamento del muro al confine, la fine del Catch and release - la prassi di fermare e rilasciare subito i clandestini - della lotteria dei visti e della catena migratoria, e "basarsi sul merito".