Lorenzo continua a stupire: pole position per lui

Lorenzo continua a stupire: pole position per lui

Hai pochissimo margine di manovra, puoi lavorare solo sulle piccole cose, ma siamo riusciti a fare uno step.

Con un ottimo 1:38.680, il maiorchino ha chiuso davanti a tutti le qualifiche ottenendo per la prima volta una pole da quando è nel team italiano. Lì mi sono detto 'Jorge stai calmo e fai un tempo accettabile' per poi spingere con la seconda gomma che pensavo fosse migliore. Sono contento del lavoro che abbiamo svolto. In terza fila con il Dottore, che ha accusato un ritardo di 586 millesimi da Lorenzo, anche Zarco e Rabat. "Adesso dobbiamo approfittarne. Questo non significa che domenica vinceremo di sicuro, però è evidente che abbiamo un buon passo e la base di partenza è ottima". "Sono contento per questo risultato". Che si possa fare meglio posso essere d'accordo, ma non che sia un discorso di troppo duro o troppo morbido. Anche l'anno scorso sembrava che non avesse il passo, ma mi sono giocato la gara con lui. Purtroppo ho commesso un piccolo errore in curva 10, altrimenti avrei potuto fare un po' meglio. Dalla prima vittoria al Mugello in sella alla desmodromica alla prima pole sono passate meno di sue settimane e il numero 99 risfodera il martello per colpire, duro, ancora. "Noi potremmo anche correre con la dura, ma tutti si sono spostati verso la morbida, quindi oggi abbiamo deciso di raccogliere più informazioni possibili su questa, anche perché credo che è quella che monterà la maggior parte della griglia". Era molto importante riuscire a partire nelle prime due file qui al Montmeló perché in gara dovremo cercare di gestire bene le gomme.