L'abitazione principale resta esente da Tasi e Imu

L'abitazione principale resta esente da Tasi e Imu

Coloro che non pagheranno entro la data indicata come scadenza del versamento dell'acconto, ovvero il 18 giugno e il 17 dicembre per il saldo, potranno comunque mettersi in regola con i pagamenti di Imu e Tasi effettuando i dovuti versamenti e pagando allo stesso tempo delle sanzioni che saranno proporzionate ai giorni di ritardo accumulati per il pagamento.

Oltre a chi possiede una prima casa, sono esenti dal pagamento delle imposte, anche gli appartenenti alle forze dell'ordine che risiedono lontani dalla loro residenza abituale per motivi di servizio e, gli iscritti all'AIRE percettori di pensione estera.

È confermata l'esclusione dalla TASI degli immobili destinati ad abitazioni principali ad eccezione di quelli classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 che sono assoggettati all'IMU.

Le parole di Bocca cadono a ridosso della scadenza del pagamento di Imu e Tasi. Se i contribuenti faranno il loro dovere, tra qualche settimana i Comuni e, dunque, anche quello di Mantova, sapranno su che cifra poter contare per garantire ai cittadini buona parte dei servizi e degli investimenti durante l'anno.

Ci sono poi alcune ipotesi in cui l'IMU e la TASI non devono essere pagate.

Per poter usufruire delle riduzioni ed esenzioni si ricorda che è necessario presentare la dichiarazione IMU/TASI entro il 30 giugno dell'anno successivo (ad esempio per le riduzioni 2018 la dichiarazione è da presentare entro il 30 giugno 2019).

).

Quanto alle scadenze, quella del 18 giugno non è l'unica rata. Ma, chi non deve versare nulla?

In ogni caso, i pagamenti possono essere effettuati sia con addebito sul proprio conto corrente, sia in contanti, ma anche con assegni o bancomat attraverso F24, tramite banche o Poste Italiane. Sono chiamati a versare queste imposte i proprietari e i titolari di diritti reali sugli immobili, con esclusione dei proprietari di prima casa.

In sostanza, se vi sono 4 soggetti obbligati al versamento Imu e Tasi in relazione ad un unico immobile e qualora l'importo delle imposte su base annua risulti essere pari a 40 euro, nessuno sarà tenuto a pagare in quanto la quota addebitata risulterà essere inferiore al limite minimo per il versamento.

Innanzitutto, è bene precisare che questo che scadrà a giugno è soltanto l'acconto (che ammonta al 50% della somma totale) che si paga in base alle aliquote [VIDEO], con le detrazioni del 2017 e in base alle modifiche eventualmente effettuate quali vendite, successioni o acquisti.