La Fed alza tassi di interesse di un quarto di punto

La Fed alza tassi di interesse di un quarto di punto

La Federal Reserve ha dichiarato il 13 giugno di rialzare i tassi di interesse di un quarto punto per raggiungere l'intervallo tra l'1,75% ed il 2%, si tratta del secondo rialzo dei tassi di interesse effettuato quest'anno dalla Fed, corrispondente alle previsioni del mercato.

La "politica monetaria resta accomodante" rassicura il presidente della Fed dopo che la banca centrale ha rivisto al rialzo, da tre a quattro, il numero di rialzi stimati per il 2018. La scorsa a marzo. Gli ultimi dati mostrano inoltre che "la crescita della spesa delle famiglie è aumentata, mentre gli investimenti fissi delle imprese hanno continuato a crescere fortemente".

Nel documento, la Fed "si aspetta che gli ulteriori rialzi graduali dei tassi siano in linea con una espansione sostenuta dell'attività economica, con le condizioni di un mercato del lavoro solido e di un'inflazione vicina all'obiettivo simmetrico del 2% nel medio termine". Per il governatore Jerome Powell è la terza riunione del Fomc da lui presieduta. La ragione è che l'economia statunitense sembra andare molto bene e la disoccupazione è a un minimo storico. E' quanto recita il comunicato diffuso dalla Banca centrale Usa alla fine della sua riunione, in cui è stato deciso il rialzo di 25 punti base del costo del denaro, ora salito a quota 1,75-2 per cento.

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Gli economisti sono divisi se aspettarsi già domani che la Bce formalizzi l'uscita dal Qe, indicando un probabile ridimensionamento a ottobre-dicembre dagli attuali 30 miliardi di dollari di titoli acquistati al mese per poi azzerare da gennaio in poi, o se l'annuncio formale arriverà a luglio.

Qualsiasi decisione di investimento che venga presa in relazione all'utilizzo di informazioni ed analisi presenti sul sito è di esclusiva responsabilità dell'investitore, che deve considerare i contenuti del sito come strumenti di informazione.