Ispettorato lavoro, Amazon assuma 1.300 addetti stabilmente

Ispettorato lavoro, Amazon assuma 1.300 addetti stabilmente

Ora dovrà assumere 1.300 soggetti che potranno chiedere la stabilizzazione dal primo giorno del loro utilizzo.

È questo quanto notificato dall'Ispettorato Nazionale del Lavoro al gruppo e-commerce dopo accertamenti sui confronti della società Amazon Italia Logistica.

Quanto invece all'altro tema su cui si sono concentrati i controlli e cioè l'algoritmo e l'utilizzo di dispositivi informatici per il controllo a distanza e il miglioramento della ricerca dei pacchi da parte dei dipendenti, l'ispettorato non ha riscontrato irregolarità: "In esito ad altri profili oggetto di accertamento - spiega la nota dell'Ispettorato - non sono invece emerse irregolarità, né sono state accertate violazioni in tema di controllo a distanza dei lavoratori". Nel verbale si legge che l'eccedenza sarebbe di 1.308 contratti a fronte di un limite massimo di 444 consentiti dalla legge. L'iniziativa ispettiva "potra' consentire la stabilizzazione degli oltre 1.300 lavoratori interinali utilizzati oltre i limiti, i quali pertanto potranno richiedere di essere assunti, a tempo indeterminato, e a far data dal primo giorno di utilizzo, direttamente dalla societa' Amazon". L'Ispettorato del lavoro ha dovuto anche chiarire rispetto ad alcuni comportamenti aziendali, come l'utilizzo del braccialetto elettronico. Il verbale compilato dagli ispettori specifica che la multinazionale ha "sforato" i limiti per l'impiego per personale a tempo determinato nel periodo compreso tra luglio e dicembre del 2017.

"Amazon è un datore di lavoro corretto e responsabile". Il centro di distribuzione di Castel San Giovanni ha aperto nel 2011 e impiegava 150 persone a tempo indeterminato. Fiorenzo Molinari di Filcams sostiene che "quando abbiamo iniziato a fare le denunce sulle condizioni di lavoro, poi sfociate nello sciopero del Black Friday, c'è stato l'interessamento delle strutture ispettive. E così si scopre che in molti casi il tasso di sfruttamento della forza lavoro è alto", mentre il segretario generale della UIL, Carmelo Barbagallo, affida a Twitter la propria reazione: "E' una vittoria dell'impegno dei lavoratori e del sindacato e conferma la nostra linea".