Inps: gli statali in pensione sono meno di tre milioni

Inps: gli statali in pensione sono meno di tre milioni

Inoltre nel 2017 ci sono state molte più pensioni liquidate rispetto all'anno precedente: le nuove pensioni, infatti, sono state 124.464, ben l'8,4% in più rispetto all'anno precedente.

L'importo complessivo annuo delle pensioni è di 69.328,8 milioni, con incremento percentuale del 2,6% rispetto all'anno 2017, in cui l'importo risultava di 67.577,3 milioni.

Per quanto riguarda la ripartizione per cassa, il 59% delle pensioni è erogato dalla Cassa Trattamenti Pensionistici Statali (CTPS), seguita dalla Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali ( Cpdel) con il 37,8%. Le altre Casse rappresentano complessivamente poco più del 3% del totale degli assegni.

Andare in pensione in anticipo non comporta grosse penalizzazioni; basti pensare che nel 2017 l'importo medio degli assegni previdenziali liquidati nel 2017 è stato pari a 2.069€. Il 58,6% dei trattamenti pensionistici della gestione dei dipendenti pubblici è erogato alle femmine a fronte del 41,4% erogato ai maschi.

La distribuzione per area geografica delle pensioni vigenti al 1° gennaio 2018 mette in evidenza che il maggior numero delle prestazioni è concentrato al Nord (40,9% del totale), seguito dal 36% al Sud e nelle isole e dal 23% al Centro. "Siamo lieti di essere stati contattati - afferma Cristina Malini, responsabile del personale di Vucaflex - abbiamo una responsabilità sociale importante nel bacino ravennate, dove occupiamo oltre 450 dipendenti con altrettante famiglie, quindi benvenga un progetto che avvicini all'Inps sia il nostro ufficio su una materia in continuo aggiornamento, sia il dipendente che può contare su esperti con risposte certe e immediate su temi anche complessi". Esiguo il numero delle pensioni erogate all'estero, pari allo 0,1% del totale. Le regioni che erogano il minor numero di pensioni sono la Valle d'Aosta (0,2%), il Molise (0,6%) e la Basilicata (1%). La parte restante percepisce per il 7,9% una pensione di inabilità, per il 4,5% un trattamento al superstite da assicurato e il 17,3% al superstite da pensionato. "L" importo medio mensile per le pensioni liquidate nel 2017 è di 2.069 euro mentre quello di tutte le pensioni vigenti dei dipendenti pubblici (quindi anche quelle con decorrenza molto antica) a inizio 2018 è di 1.862 euro, cifre comunque molto superiori alla media dei dipendenti privati. L'8,8%, infine, ha un importo dai 3.000 euro mensili lordi in su.