Il Frosinone torna in A grazie a un bomber marcianisano

Il Frosinone torna in A grazie a un bomber marcianisano

La reazione furiosa della società siciliana è nata da alcuni presunti errori arbitrali commessi durante il match, dalle continue interruzioni nei minuti di recupero della partita (le immagini televisive mostrano la panchina del Frosinone lanciare in campo alcuni palloni durante un contropiede del Palermo) e dall'invasione di campo che avrebbe, secondo Zamparini, costretto l'arbitro a fischiare la fine nonostante non fosse ancora scaduto il tempo di recupero: "Avevo già avuto delle avvisaglie, questo è un arbitro mandato apposta per farci perdere - ha continuato il presidente - Non abbiamo giocato a calcio nell'ultima mezz'ora".

Il Frosinone ha battuto 2-0 il Palermo nella finale di ritorno dei playoff di Serie B e si è così qualificato per la prossima Serie A.

Ora il Palermo farà ricorso, e Zamparini in una nota spiega perché: "Abbiamo incaricato i nostri legali di fare ricorso e di supportarlo con tutte le prove".

"E' stato un incontro illegale - insite -".

Con la promozione di Empoli, Parma e Frosinone, il campionato di Serie B ha ufficialmente chiuso i battenti e augurato ai tifosi buone vacanze. Il Tribunale di Palermo ha, invece, respinto nei mesi scorsi l'istanza di fallimento presentata dalla Procura. A far discutere e a far infuriare i rosanero, però, sono le modalità che hanno decretato la vittoria dei ciociari. Lo spettacolo dato ieri dal calcio italiano a Frosinone è stato indecoroso per il comportamento della squadra di casa. "Questo denota la qualità delle persone, sia il presidente che Longo". Di questi episodi ne stanno accadendo troppi nel calcio e io mi auguro che un ente competente o il nuovo Ministro dello Sport, nel quale credo moltissimo, prenda i provvedimenti per aprire un'inchiesta. Non va rivoluzionata solo l'Italia che non funziona ma anche il calcio nella sua illegalità non funziona.