G7, Donald Trump salterà la sessione relativa al clima

G7, Donald Trump salterà la sessione relativa al clima

(Teleborsa) - Alla Russia dovrebbe essere permesso di tornare nel G8. Io amo il nostro paese, sono stato l'incubo peggiore per la Russia. Se infatti le donne in contesti sociali deboli e nei paesi in via di sviluppo sono le prime ad essere minacciate dai cambiamenti climatici, una ulteriore causa di disuguaglianza, risulta importante sostenere la leadership femminile. "E' nell'interesse di tutti" - ha twittato il premier Giuseppe Conte.

Sul tema dei dazi "saremo portatori di una posizione moderata, cercheremo di capire le ragioni che portano ad assumere certe posizioni e ci comporteremo di conseguenza", ha sottolineato il premier. Trump viaggerà direttamente verso Singapore, in vista del suo incontro, martedì 12 giugno, con il leader nordcoreano Kim Jong-Un. Lo ha twittato il premier Giuseppe Conte dal G7 di Charlevoix.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva spiegato come fosse favorevole a riammettere la Russia al tavolo dei grandi della terra auspiacando come Putin potesse partecipare al meeting dei paesi più industrializzati del Mondo. "Sono d'accordo con il presidente Donald Trump: la Russia - scrive su Twitter - dovrebbe rientrare nel G8".

A complicare il quadro, come spiegato da Intesa Sanpaolo, contribuisce anche il cambio di Governo in Italia, con l'ascesa al potere di quei partiti che in passato non hanno fatto mistero della loro simpatia per Trump. "Non si parlerà per un po' della bufala della caccia alla strega russa", ha scritto il presidente americano su Twitter riferendosi all'indagine che il procuratore speciale Robert Mueller conduce sui presunti rapporti tra la campagna presidenziale e la Russia. "Non vedo l'ora di raddrizzare gli ingiusti accordi commerciali con i paesi del G7". "E se questo non succede, ne usciamo ancora meglio", ha detto il presidente degli Stati Uniti. Le dichiarazioni dei due leader hanno suscitato la reazione di Trump il quale ha accusato Francia e Canada di imporre tariffe "massicce" agli Stati Uniti e ostacoli non monetari alle vendite dei suoi prodotti. Questo non ve l'hanno detto, vero? I leader Ue cercano la quadra. "L'Italia e' portatrice della posizione di dialogo che non significa abbandonare dall'oggi al domani il sistema delle sanzioni, noi pero' abbiamo prospettato a tutti i nostri partner che avere la Russia isolata, che gioca un ruolo centrale in tutte le crisi mondiali, non conviene a nessuno". I leader europei presenti al G7 sono d'accordo nell'affermare che "un ritorno della Russia" al tavolo del G8 "non è possibile fino a quando non vedremo progressi sostanziali in relazione al problema ucraino".