G7: Conte, spero presto Russia a G8, isolarla non conviene a nessuno

G7: Conte, spero presto Russia a G8, isolarla non conviene a nessuno

E bloccato a fine serata da alcuni giornalisti, il ministro non si è risparmiato e ha ribadito che per il nuovo governo è "fondamentale lavorare, avere scambi culturali, scambi economici" con Mosca, "quindi porteremo in tutte le sedi la richiesta di tornare ad avere relazioni amichevoli con la Federazione Russa, perché non penso che rappresenti alcun tipo di pericolo". Il capo del governo si è detto d'accordo con il presidente americano Donald Trump sul fatto che "la Russia dovrebbe rientrare nel G8".

"Non abbiamo parlato in particolare della Russia" ma l'Italia ha "un ruolo fondamentale in Europa", l'Italia "ha bisogno dell'Europa e l'Europa non è completa senza l'Italia". "È nell'interesse di tutti". Quello al G7 in Canada è stato "un debutto molto proficuo".

Roma, 9 giu. (AdnKronos) - "L'Italia è portatrice di una posizione di dialogo" per quanto riguarda la Russia. 'I Paesi europei avranno la stessa linea', assicura il presidente del Consiglio Ue Tusk, che attacca: 'Trump sfida l'ordine mondiale'. "Riteniamo che siano assolutamente insoddisfacenti".

A smarcarsi a questo punto è proprio Putin, che prende le distanze e si mette in attesa: "La Russia si concentra su altri formati", taglia corto il portavoce Dmitri Peskov in Cina, mentre la foto dello zar che stringe la mano a Xi Jinping fa il giro del mondo.

È una posizione in completo contrasto con la linea degli altri partecipanti, Italia esclusa, in cui si rimarcano le divisioni interne tra i partner, dopo tutto, che sono il marker centrale di questo G7. "Com'è nelle nostre corde, saremo portatori di una posizione moderata - ha affermato il premier - Cercheremo di capire le ragioni che spingono ad assumere queste posizioni e ci comporteremo di conseguenza". Dopo aver salutato il 'padrone di casa', il primo ministro canadese Justin Trudeau, Conte ha partecipato inoltre ad una sorta di mini vertice europeo contro i dazi americani promosso dal francese Emmanuel Macron, insieme con Angela Merkel e Theresa May.

Trump ha aperto per il reintegro della Russia al G8 e Conte gli tende una mano: "Noi siamo tradizionalmente nella Nato e non è in discussione questa collocazione internazionale". Così il premier Giuseppe Conte a margine del G7 in Canada, al termine delle sessioni e degli incontri bilaterali, prima della dichiarazione congiunta dei leader.