Diritti tv, pacchetti assegnati a Sky e Perform. Salvo 90° minuto

Diritti tv, pacchetti assegnati a Sky e Perform. Salvo 90° minuto

"E' stato raggiunto un importo superiore a 973 milioni di euro, circa 20% in più rispetto alle offerte di gennaio". Sky si è aggiudicata i primi due pacchetti, mentre l'operatore web Perform si è aggiudicato il terzo. "Inoltre", ha detto, "siamo stato riusciti a ottenere una partecipazione rilevante di circa 100 milioni, che si vanno ad aggiungere in base a risultati variabili di Sky e Perform, in funzione del numero di abbonati e ricavi".

90° MINUTO SALVO - "Riparte 90' minuto".

"90° minuto" resiste - Si salva 90° minuto: " Abbiamo richiesto e ottenuto maggiore elasticità da parte dei due soggetti aggiudicatari nella trasmissione dei prodotti in chiaro - ha confermato Miccichè -. Ho chiamato poco fa il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto. "Quindi la storica trasmissione per i prossimi tre anni andrà in onda". Lo annuncia Enrico Preziosi, presidente del Genoa, che ha parlato ai media presenti al termine dell'assemblea: "Diritti tv assegnati?"

Giorno decisivo per l'assegnazione dei diritti TV per il triennio 2018-2021. I rappresentanti del Biscione hanno abbandonato la sede della Lega Calcio Serie A a Milano, dove sono in corso le trattative. Si è invece fatta fuori Mediapro, insieme a Tim. Questa fase si è prolungata oltre le 16.30, orario che la Lega aveva indicato per la ripresa dei lavori dell'assemblea. La fumata bianca è arrivata in favore di Sky e Perform. Secondo quanto riportato da Calcio&Finanza, le offerte presentate alla Lega Serie A da parte dei broadcaster non hanno portato all'assegnazione delle licenze.