Di Maio: "Per il reddito di cittadinanza otto ore di lavoro gratis"

La proposta del ministro Di Maio legata al Reddito di Cittadinanza ma con l'aggiunta delle 8 ore di lavoro di pubblica utilità a settimana ha ovviamente scatenato diverse reazioni. "Capisco che nella proposta del ministro Di Maio ci sia la volontà di dare una prospettiva di attività di lavoro alle persone e non di reddito senza lavoro e questa è una cosa giusta", ha esordito.

Lo ha affermato il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, a margine del Consiglio Lavoro e Politiche sociali a Lussemburgo.

Reddito di cittadinanza? Sì, ma in cambio chi ne beneficia dovrà garantire 8 ore di lavoro gratuito di pubblica utilità. "Il reddito di cittadinanza è dire con franchezza: hai perso il lavoro, il tuo settore è finito o si è trasformato". Pragmatico, il ministro dell'Economia spiega che "quando si dice 'quest'anno verranno presi dei provvedimenti´, dal mio punto di vista di ministro dell'Economia dobbiamo vedere qual è l'effetto di spesa o di maggiori entrare, speriamo, quando quest'effetto si realizzerà". Come ricorda l'edizione online de La Repubblica, servono 19 miliardi di euro per riformare i centri per l'impiego e introdurre il reddito, due questioni che vanno a braccetto, e non si potranno ricavare tutti dai fondi Ue, per lo meno, non in un solo anno. "Ora ti è richiesto un percorso per riqualificarti e essere reinserito in nuovi settori". La norma "eliminerà la burocrazia per le imprese, ci sarà un intervento sul precariato - soprattutto dei più giovani - vieteremo pubblicità sul gioco d'azzardo e interverremo sulle delocalizzazioni, c'è un sacco di gente che viene lasciata in mezzo alla strada perché le aziende straniere vengono qui in Italia prendono soldi pubblici e poi se ne vanno all'estero", ha concluso. Per il 2018 "ormai i giochi sono quasi fatti e quindi noi ci muoveremo soprattutto - e dobbiamo farlo in modo molto rapido - con interventi di riforma strutturale, che non hanno costi ma sono importantissimi per fare decollare gli investimenti pubblici".