Borsa in calo, scendono le banche. Sale lo spread

Borsa in calo, scendono le banche. Sale lo spread

Piazza Affari, dopo un avvio in positivo, fa un brusco cambio di rotta e gira in calo con il Ftse Mib che cede l'1% a 21.535 punti. A Milano il Ftse All Share segna ora +0,07% e il Ftse Mib +0,1%, a fronte del +0,58% di Parigi e del +0,96% di Francoforte. Si allenta la tensione anche sulle scadenze brevi, con il rendimento a due anni che torna abbondantemente sotto l'1% e si attesta allo 0,80% (1,03% venerdì). Tra i titoli di Piazza Affari, attenzione a Enel dopo l'acquisizione di Eletropaulo in Brasile. Male le banche con Banco Bpm -2,2%, Bper -1,6%, Intesa -2,2%, Unicredit e Ubi -2,3%, oltre ai titoli finanziari come Azimut (-2,1%).

All'indomani del voto di fiducia incassato dal governo di Giuseppe Conte al Senato, lo spread tra Btp e Bund torna a salire e s'impenna a quota 255 punti, contro i 236 punti dell'apertura e i 243 punti della chiusura di ieri.

I riflettori si riaccendono sulla questione politica. La moneta unica vale anche 128,29 yen (128,17), mentre il rapporto dollaro/yen e' a 109,78 (109,65).

In discesa i prezzi del petrolio: i future del Wti a luglio scendono dell'1,75% a 64,7 dollari al barile, mentre quelli ad agosto del brent arretrano del 2% a 75,27 dollari, in attesa che l'Opec prenda decisioni sulla produzione.