Aziende, Di Maio: "Stop ai fondi per chi delocalizza"

Quello dei migranti è stato finora in Italia un "fenomeno incontrollato perché si è fatto business". Ora speriamo che questo non rimanga un gesto isolato ma che dia il via ad un approccio strutturale.

Il caso della nave Aquarius "segna un punto di svolta: da oggi l'Italia non è più sola" nella gestione degli arrivi dei migranti.

A proposito di Minniti, il leader pentastellato ha detto che l'ex ministro dell'Interno ha ricevuto sì apprezzamenti durante il suo mandato al Viminale ma era comunque inserito in una "compagine politica che non ha saputo gestire il fenomeno migratorio". "Ma ci sono proprietà che stanno delocalizzando e quelle vanno fermate". Che obbliga il primo Paese che accoglie i migranti a gestirli. "Basta con la campagna elettorale, è ora di governare". Vedete, non è facile dire basta al business dell'immigrazione, perché si rischia subito di essere bollati come razzisti, xenofobi e altri insulti simili. In realtà vogliamo fare solo cose di buon senso che vanno a vantaggio sia degli italiani che dei migranti. Un anno fa sono poi andato a Bruxelles, per parlare con il Direttore del Programma Frontex. "La fine del business dell'immigrazione è nei nostri venti punti". Ora è chiaro che tutto questo deve cambiare, nell'interesse di tutti. "Stiamo cambiando l'Italia e stiamo cambiando l'Europa". [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] Soprattutto se hai preso fondi dallo Stato. Chi invece voleva solo fare profitti, dovrà cercarsi un'altra occupazione. Lo ha detto Luigi Di Maio, ospite oggi di "Mezz'ora in più" su Rai Tre, parlando della questione.