Apple e Samsung, patto dopo una guerra di 7 anni

Apple e Samsung, patto dopo una guerra di 7 anni

Basta tribunale. Almeno per ora Samsung e Apple sotterrano l'ascia di guerra, dopo che per sette anni hanno combattuto su una questione significativa: i Galaxy hanno copiato gli iPhone?

Una prima sentenza nel 2012 aveva riconosciuto ad Apple 1,05 miliardi di dollari ma il successivo processo, dopo appelli e ricorsi, aveva ridotto la cifra. Dopo che Samsung aveva poi accettato di pagare alcuni danni, il caso è finito alla Corte Suprema che lo ha rispedito al giudice distrettuale con l'ordine di rivedere la cifra da pagare, a quel punto scesa a 399 milioni di dollari. I due giganti hanno raggiunto un accordo, di cui non sono stati diffusi i dettagli. Il caso si è creato attorno ad alcuni brevetti relativi al design e alle funzionalità dell'iPhone, soprattutto in riferimento a funzioni basilari come il doppio tap per zoomare o la schermata a griglia delle app; tutti elementi che, secondo il tribunale, Samsung avrebbe ripreso dalla mela. Le due società rinunciano così alle reciproche rivendicazioni, chiudendo una contesa lunga e dispendiosa. Il mese scorso è arrivata la nuova decisione della giuria presieduta dal giudice Koh: a Samsung veniva ordinato di pagare quasi 540 milioni di dollari di danni ad Apple.