Taranto, incidente sul lavoro all'Ilva: un operaio è gravissimo

Taranto, incidente sul lavoro all'Ilva: un operaio è gravissimo

Un giovane operaio della ditta di carpenterie metalliche Ferplast dell'appalto Ilva è morto in seguito a un incidente avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal siderurgico. "L'incidente - dichiara Antonio Talò, segretario Uilm Taranto - è accaduto all'area Ima, Impianti marittimi, quarto sporgente". La vittima, un operaio di 28 anni, residente al quartiere Tamburi, appartenente a una ditta dell'indotto, stando a una primissima ricostruzione tutta da verificare nelle prossime ore, stava lavorando alla manutenzione di una gru quando si sarebbe sganciata una fune che avrebbe colpito in pieno lo sfortunato operaio che è deceduto. "Si tratta di funi molto pesanti ed è evidente che anche se si è colpiti di striscio, le conseguenze sono molto gravi". La notizia èstata rilanciata su Twitter anche da Marco Bentivogli, segretario generale Fim Cisl. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri, Guardia di finanza e ispettori del lavoro. "La gru era ferma da due giorni per attività di manutenzione".

Nella stessa zona morì un altro operaio nel 2012.

La notizia dell'incidente che ha causato la morte di Cosimo Fuggiano ha fatto salire di molto la tensione all'Ilva di Taranto dove anche nella giornata di oggi sono in corso le assemblee sul futuro della fabbrica dopo la rottura delle trattative con Arcelor Mittal al Mise.