Sigaretta elettronica esplode, frammenti gli trafiggono il cranio: muore a 38 anni

Sigaretta elettronica esplode, frammenti gli trafiggono il cranio: muore a 38 anni

Secondo quanto riportano i media Usa, il cadavere dell'uomo è stato ritrovato nell'abitazione di famiglia a St.Petersburg, in Florida.

Nel gennaio del 2017, Andrew Hall, un trentenne americano, pubblica sul profilo Facebook le immagini del suo volto, devastato dall'improvvisa esplosione di una sigaretta elettronica. L'esplosione della e-cig ha causato anche un piccolo incendio. L'autopsia ha rivelato la presenza di piccoli frammenti della sigaretta elettronica che l'uomo avrebbe acceso.

La causa dell'esplosione sarebbe dunque da attribuire alle batterie difettose, probabilmente clonate e quindi meno sicure dei pezzi originali.

Esplode sigaretta elettronica mentre fuma e muore. Finora, secondo un rapporto dell'U.S. Fire Administration, dal 2009 al 2016 ci sono stati almeno 195 incidenti in cui le sigarette elettroniche sono esplose o hanno causato un incendio, ferendo 133 persone (38 in modo grave).

E' accaduto lo scorso 5 maggio ma ora arriva la conferma: è morto a causa della sigaretta elettronica.