Salvini:"Anche Pd dice prima italiani!"

Salvini:

"Anche Renzi e Salvini si sentivano e tutto per non mandare il Movimento 5 Stelle al governo". E con Salvini che chiede di avere un pre-incarico (quindi non per un esecutivo del Presidente, ma politico). "Avevano l'opportunità". Così il leader M5s Di Maio conversando con i cronisti in Transatlantico su possibili scenari di governo. Intanto vi dico le due cose principali: "è chiaro che Salvini non ha nessuna intenzione di staccarsi da Berlusconi; Renzi ha fatto credere con l'inganno a mezzo mondo (inclusi i suoi) che avrebbe fatto il senatore semplice e che il Pd fosse disponibile ad un dialogo con noi in ottica di fare finalmente qualcosa di buono per il Paese in un governo, per poi far saltare tutto". "Hanno confermato che non hanno la volontà politica di fare gli interessi dei cittadini". Ecco, il M5S invece, proprio per l'onere dovuto alla percentuale elettorale di primo partito, ha dovuto fare lo sforzo di riconoscere le altre, almeno qualcuna delle altre, nel tentativo di dare un governo al paese.

In ogni caso, ha detto ancora Di Maio, "in questi 55 giorni nessuno si è mai seduto al tavolo con noi per discutere dei problemi degli italiani".

Come spiegare al popolo degli onesti che grazie a un accordo con Silvio Berlusconi, quello che era il male assoluto, c'è stato lo scambio di cortesie che ha portato all'elezione di Roberto Fico ed Elisabetta Casellati?

Il leader della Lega sentirebbe di avere le mani libere e non potrebbe essere accusato di "tradimento" dall'ex Cavaliere per aver rotto il patto di centrodestra. "Si è utilizzata la democrazia per distruggerla" perchè "a causa dei una legge elettorale ci siamo ritrovati in impasse". Alla fine, l'incognita resta sempre il leader di Forza Italia.

E continua: "Quando vedo certe capriole, sono orgoglioso di aver contribuito - insieme a tanti altri militanti - a evitare l'accordo tra il PD e i Cinque Stelle". E mai come ora è utile e necessario a risanare le prime crepe interne al gruppo parlamentare, affiorate dopo 55 giorni di trattative disorientanti e fallimentari, tra la Lega e il Pd. I due forni, ormai, sono chiusi. Serve un governo. Lunedì ascolteremo il presidente della Repubblica e proveremo a trovare una soluzione allo stallo.

Partiamo con l'analisi guardando alla Tabella A relativa alla somma del voto Politico di Centro-Destra, Centro-Sinistra e Movimento 5 Stelle ottenuto il 4 marzo nelle regioni Molise e Friuli con cui il confronto non solo è possibile ma gode di grande attualità. Tra la manovra finanziaria e la partita che si sta giocando a Bruxelles, l'Italia non può restare altro tempo senza un premier e un Parlamento operativo. "Meglio tardi che mai". E per discutere di cosa fare se lo strappo di Salvini dovesse davvero avverarsi.

Termini fortissimi quelli utilizzati, nelle ultime ore, dai vertici del Movimento 5 Stelle.