Sacripanti: "Auda e Renfroe possono darci tanto nella serie"

Sacripanti:

"Poter disputare i play off per il terzo anno consecutivo è un risultato di cui andare fieri".

Avellino - Manca un solo giorno a Gara 1 dei quarti di finale di playoff contro la Dolomiti Energia Trentino: palla a due fissata per le ore 20.45.

La Scandone Avellino, la più importante squadra di basket del Sud Italia, in questi playoff dovranno fare i conti con una brutta tegola: infatti, a seguito del lancio di oggetti quali bottigliette e monetine in direzione degli arbitri nel corso di gara 1 della serie contro Trento svoltasi ieri sera, il Pala Del Mauro è stato squalificato per due turni.

La Sidigas Avelino parte subito con convinzione e velocità, ma Dolomiti Energia Trentino non si lascia sorprendere e ribatte colpo su colpo, oggi un po di errori da ambo le parti hanno condizionato il punteggio finale che data la velocità dei cambi di campo, avrebbe potuto essere più alto, ma si ferma su 78 per Avellino e 74 per Trento. Ci vorrà prontezza per lottare su ogni azione, su ogni pallone.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): "Ci stiamo preparando a livello fisico, tattico e mentale alla gara-1 di questi quarti di finale, una sfida playoff che affrontiamo con grande orgoglio e con la gioia di essere qui a giocarci per l'ennesima volta il momento culminante della stagione".

"Penso quindi che contro di loro sarà fondamentale tenere l'uno contro uno, per evitare di innescare troppe rotazioni difensive".

La Sidigas Avellino si presenterà al primo atto dei quarti di finale forte degli innesti di due nuovi giocatori, chiamati a rafforzare ulteriormente una squadra già capace di arrivare alla finale di FIBA Europe Cup e di chiudere con 20 vittorie e 10 sconfitte la regular season di Serie A. Gli arrivi del playmaker americano di passaporto bosniaco Alex Renfroe (ex di Bayern Monaco e Barcellona fra le altre) e del lungo ceco Patrik Auda (visto a Trento con la maglia della propria nazionale) garantiranno a coach Sacripanti la possibilità di scegliere fra 9 elementi i 7 stranieri da portare a referto in ogni partita.