Rui Patricio più vicino al Napoli: aggredito dai tifosi dello Sporting Lisbona

Rui Patricio più vicino al Napoli: aggredito dai tifosi dello Sporting Lisbona

Tra questi ci sono Bruno Fernandes che vorrebbe cambiare squadra, su di lui ci sono il Chelsea e l'Atletico Madrid e Rodrigo Battaglia che invece sta forzando per essere liberato e trasferirsi già in estate alla Roma. Lo Sporting non è questo, non può essere questo. I giocatori dello Sporting sono spaventati dopo l'ingresso di un gruppo di persone nel centro di allenamento col volto coperto e c'è anche la possibilità che il presidente Bruno de Carvalho lasci il club. "Dopo la gravissima aggressione ai danni di alcuni giocatori e membri dello staff, la squadra ha diramato un comunicato dicendo che, sebbene non si trovi nelle migliori condizioni psicologiche, giocherà comunque la finale di Coppa di domenica. Già tanti dirigenti stanno rassegnando le proprie dimissioni, c'è un fuggi-fuggi generale e adesso potrebbe toccare anche al presidente". Come arriverà lo Sporting alla gara con l'Aves? "Anche l'unica seduta restante, fissata per domani a Jamor sotto la protezione della polizia, è stata appena cancellata". Vede possibile l'addio a parametro zero di Bruno Fernandes, Rui Patricio e degli altri leader? "Non solo i leader, in tanti stanno pensando alla rescissione unilaterale del contratto". Vuole giocare in un club allenato da un tecnico che lo apprezzi per cui è disposto anche a dimezzarsi lo stipendio e credo che il calcio di Sarri sarebbe perfetto per Gomes. La paura è tanta, sopratutto dopo le vicende dell'aggressioni che ricordiamo hanno portato anche ad alcuni punti di sutura per l'attaccante olndese Bas Dost, colpito alla testa con bastoni e cinture.

"Rui Patricio era vicino al Napoli già prima, quando lo Sporting chiedeva tanti soldi per il suo cartellino. Ora, con la possibile partenza a titolo gratuito, per gli azzurri diventa tutto più semplice".