Rimini, denunciati i responsabili dell'uccisione di un lupo

Rimini, denunciati i responsabili dell'uccisione di un lupo

Si sono concluse con la denuncia a piede libero di due individui, ritenuti dagli inquirenti gli autori della feroce uccisione di un lupo ritrovato impiccato alla pensilina della fermata dell'autobus a Coriano lo scorso novembre, le indagini dei carabinieri Forestali di Rimini. Fondamentali sono stati i filmati delle telecamere a circuito chiuso i cui occhi elettronici hanno permesso di risalire a un Volkswagen Trasponder che, verso le 4, si trovava nella zona del ritrovamento. Le associazioni animaliste di Rimini hanno già annunciato la loro costituzione in parte civile al processo.(Rimini) Due persone sono state denunciate per maltrattamento, cattura, uccisione e furto aggravato di un esemplare di una specie animale particolarmente protetta. A corrispondere, oltre al modello, alcuni segni particolari, come un'ammaccatura sulla fiancata sinistra e uno sportello laterale scorrevole. Le indagini sono state portate avanti dai Carabinieri Forestali.

Secondo le analisi la morte dell'animale è stata causata da "fratture multiple della scatola cranica, con lacerazioni ossee e disgregazione della materia cerebrale" procurate con un "corpo contundente pesante". I tabulati telefonici, inoltre, confermano che in quelle ore un dipendente dell'azienda (il 43enne) aveva cercato di mettersi in contatto con il padre del titolare (l'82enne). Prima è stato avvelenato con del topicida, poi finito a bastonate. Durante la perquisizione all'azienda agricola, i militari hanno anche ipotizzato i reati di macellazione clandestina e maltrattamento di animali, abbandono di rifiuti, detenzione illecita di un esemplare di cinghiale. Stando a quanto si apprende, è probabile che i due titolari dell'azienda agricola fossero esausti dai continui assalti al gregge subiti dai lupi. Infine il confronto tra il profilo genetico del lupo e i reperti biologici sequestrati durante i rilievi tecnici sul furgone hanno accertato che si trattava dello stesso animale.