Professori universitari… con il doppio lavoro

Professori universitari… con il doppio lavoro

Doppio lavoro (e doppio stipendio) come professori universitari e professionisti privati, senza però dichiarare allo Stato quanto guadagnato illecitamente da quest'ultima attività. E si parla di un danno erariale da oltre 42 milioni di euro, che potrebbe addirittura raggiungere i 70. A darne notizia sono diverse testate nazionali tra cui il Corriere della Sera.

Coinvolti nell'inchiesta professori di tutta Italia, da Nord a Sud, in un maxi sistema che ora sarà accuratamente sorvegliato anche in altre facoltà, a partire da quelle di Economia, Medicina e Giurisprudenza. Fra gli atenei interessati dall'inchiesta, spicca il Politecnico di Milano, ma ci sono anche l'Università degli studi di Palermo, il Politecnico di Torino, la "Federico II" di Napoli e i tre atenei romani di Tor Vergata, Roma Tre e la Sapienza. La regione con il maggior numero di casi è la Lombardia (ne conta 60), seguita da Campania (49) e Lazio (38). Ultima in classifica è il Friuli con 5 docenti segnalati. Ricordiamo che la legge impone a chi sceglie il lavoro a tempo pieno di garantire un impegno di 350 ore e quindi il divieto a svolgere ulteriori attività ma anche ad accettare incarichi presso la pubblica amministrazione.