Primo maggio focus sulla sicurezza con i sindacati

Primo maggio focus sulla sicurezza con i sindacati

Ma le celebrazioni del Primo Maggio a Norcia assumono una rilevanza particolare anche per il tema che quest'anno è stato messo al centro delle celebrazioni: la sicurezza sul lavoro. "Le cronache degli ultimi tempi, a livello nazionale, segnalano un numero preoccupante di incidenti gravi e gravissimi sul lavoro, con conseguenze in molti casi mortali - spiegano in una nota congiunta Christian Ferrari (Segretario generale Cgil Veneto), Onofrio Rota (Segretario generale Cisl Veneto), Gerardo Colamarco (Segretario generale Uil Veneto) -". È nato così un cammino che ha visto la Chiesa locale farsi interprete di un dibattito che ha coinvolto tutte le componenti economiche e sociali del distretto industriale. Da noi c'è pure da fare una distinzione tra il Nord e il Sud. Una scelta - ha concluso il segretario della Ust Cisl Magna Graecia, Francesco Mingrone - che acquisisce un valore ancora più significativo a dieci anni dall'emanazione del Dlgs n. 81 del 2008, che ha posto le basi di un cambiamento profondo, ma ancora in evoluzione, nel modo di concepire e rendere fattiva la prevenzione e la protezione nei diversi ambiti lavorativi.

"La retta da seguire non può che essere il lavoro e la sua valorizzazione, hanno sostenuto Romanelli e Marcelli, a partire dalla gestione dell'area di crisi complessa per "produrre" lavoro di qualità".

"Per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro, i numeri di Piacenza sono in controtendenza sugli infortuni sul lavoro con un incremento". L'Italia deve ripartire dal lavoro e dalla sicurezza.

Dire che dobbiamo aspettare il nuovo governo per risolvere i mali non è del tutto corretto.

Da allora, la Regione Toscana ha dato vita a un progetto denominato "lavoro sicuro", grazie al quale sono state controllate 10mila aziende cinesi nell'area compresa fra Prato e Firenze. "Non ci sono investimenti su questo tema". Assistiamo a nuove forme di sfruttamento e di schiavitu' che credevamo di aver sconfitto e' superato per sempre.

Un distretto quello pratese che è cambiato e ha conosciuto giorni drammatici: "Non si può eludere il punto". E anche lui chiede una strategia nazionale sulla sicurezza sul lavoro: "L'Italia è l'unico paese a non averla". Al corteo saranno presenti alcuni dei sindaci della Piana Fiorentina e sul palco di piazza Ginori alle 10.30 terrà il suo intervento il sindaco dI Campi Bisenzio Emiliano Fossi e Barnardo Marasco della segreteria della Cgil firenze. "Un momento molto toccante e di profonda commozione per tutti" - ha detto. Il lavoro permette alle persone di costruirsi un futuro e garantisce una vita dignitosa ma attualmente sono milioni i giovani che non hanno un futuro e altrettante le persone che hanno perso un lavoro.