Nestlè-Starbucks: storico accordo da $7 miliardi

Nestlè-Starbucks: storico accordo da $7 miliardi

Un accordo da 7,15 miliardi di dollari, in contanti.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 07 mag - Nestle' ha firmato un accordo per una licenza relativa ad alcuni prodotti del gruppo Starbucks per 7,15 miliardi di dollari (5,97 miliardi di euro).

L'accordo dovrebbe rafforzare Nestlé in particolare sul mercato dell'America del Nord.Buona la reazione dei mercati con Nestlè che guadagna lo 0,55% a Zurigo, mentre Starbucks ha chiuso venerdì 4 maggio in rialzo del 2,76%. Sono esclusi dall'accordo i prodotti pronti da bere e tutte le vendite di qualsiasi prodotto all'interno dei coffee shop di Starbucks. "Questa alleanza globale per il caffè - ha dichiarato Kevin Johnson, presidente e CEO di Starbucks - porterà l'esperienza Starbucks nelle case di milioni di persone in tutto il mondo attraverso la portata e la reputazione di Nestlé".

Le operazioni continueranno ad essere localizzate a Seattle, come ribadito dai comunicati stampa di entrambe le società coinvolte. Starbucks, invece, utilizzerà i proventi dall'accordo derivanti per proseguire il programma di buyback di azioni proprie. "Questo accordo storico - ha aggiunto - è parte dei nostri sforzi per focalizzare e far evolvere il nostro business per soddisfare le mutevoli esigenze dei consumatori, e siamo orgogliosi di lavorare al fianco di un'azienda che si impegna a rispettare i nostri valori". Nel perimetro - oltre alle attività fisse (che vuol dire anche i locali Starbucks) - non sono incluse neppure le bevende 'ready to drink', quelle vendute in forma già preparata e pronta al consumo. "E' un grande giorno per gli amanti del caffè in tutto il mondo". "Saranno circa 500 gli addetti di Starbucks a entrare nel gruppo elvetico.!Questa transizione - spiega Mark Schneider, numero uno di Nestle' - segna una tappa importante per le nostre attivita' del caffe', la categoria di prodotto a piu' forte tasso di crescita del gruppo".

L'accordo dovrà essere approvato dall'Authority per la concorrenza e il closing è previsto per questa estate o all'inizio dell'autunno, comunque entro la fine del 2018.