Mondiale per Club dal 2021: incluse Inter, Juventus e Milan

Mondiale per Club dal 2021: incluse Inter, Juventus e Milan

Un obiettivo ambizioso, a cui Infantino ha deciso di dare forma in tempi brevi. Però la prima edizione, che dovrebbe svolgersi nel 2021 a meno di una decisione del consiglio FIFA che anticipi i tempi, potrebbe essere ad invito. Per il resto è tutto pronto.

La proposta di Zvonimir Boban (ex opinionista di Sky fino a pochi mesi fa, nda), attuale segretario Fifa, consiste nel suddividere i 24 club più forti di ogni Confederazione, in otto gironi da tre squadre ciascuno. Un torneo in 18 giorni, minimo 2 partite, massimo 5. Nel 2021 le date sono già fissate: 10-28 giugno. Manca la sede, ma la Cina è molto interessata all'evento, anche per mettersi alla prova in vista del Mondiale per nazionali. Saranno 4-5 le squadre sudamericane che parteciperanno al Mondiale, 2 proverranno dal Nord America, 2 dall'Africa, 2 dall'Asia ed 1 dall'Oceania che dovrà prima affrontare uno spareggio contro una formazione locale selezionata e contro una compagine sudamericana. Al momento la questione è ancora tutta da decidere. La FIFA ha varato il format previsto dal 2021. La prima edizione sarà a inviti, ospiti i club più vincenti della storia, dal Real Madrid allo United, compresi Milan, Inter e Juventus. A queste si aggiungerebbe la Juve (2 champions e 2 Intercontinentali e due finali negli ultimi quattro anni). Resterebbero tre posti da assegnare. "Ma nel 2021 sarà diverso".

Un documento informativo della FIFA sul progetto afferma che i club si divideranno un montepremi pari al 75% di 3 miliardi di dollari di entrate, provenienti da ciascuna edizione della Coppa del Mondo per Club, cifra che sarebbe garantita da un consorzio di investitori. La Fifa non vuole profitti, solo un centinaio di milioni per coprire le spese.

Una somma che si aggirerebbe attorno ai 60 milioni di euro per ogni partecipante, con la vincente che ne porterebbe a casa il doppio.