L'operatrice trasferita in un'altra struttura: "Non ci piace perché è nera"

L'operatrice trasferita in un'altra struttura:

La motivazione è il colore della sua pelle. È successo a Senigallia, in provincia di Ancona. Io, quando sono andata lì, non ho mai ricevuto alcun tipo di commento razzista, anzi dopo soli quattro giorni già gli anziani mi riconoscevano e mi chiamavano per nome. "Non ci piaci, sei nera", avrebbero detto a Fatima, che aspirava a quella posizione lavorativa da tempo, secondo quanto riferito dal Corriere Adriatico.

Sarebbe stato assicurato alla donna che a breve sarà destinata ad un'altra struttura gestita dalla società.

Nel corso del suo lavoro in prova presso la casa di riposo di Senigallia, Fatyma Sy sarebbe stata non solo offesa verbalmente ma anche insultata e derisa dagli anziani che vengono ospitati nella struttura e che avrebbero contribuito al suo licenziamento. Erano piaciuti, infatti, sia il suo modo di lavorare che la maniera con cui si rivolgeva agli anziani. La Cooperativa fa sapere che preferisce non lasciarla in un contesto ostile, e che proverà ad inserirla in un'altra realtà.