L'Atletico Madrid batte il Marsiglia e vince l'Europa League

L'Atletico Madrid batte il Marsiglia e vince l'Europa League

Per l'Atletico è il ritorno al successo in campo internazionale cinque anni dopo la Supercoppa Europea e dopo le due finali di Champions perse contro il Real Madrid, nel 2014 e nel 2016.

LAtletico Madrid può festeggiare: grazie alla vittoria per 3-0 contro il Marsiglia di Garcia, i Colchoneros hanno conquistato la terza Europa League della loro storia. Al Marsiglia non riesce di sovvertire il pronostico e di diventare la prima squadra francese a vincere la competizione. "Non mi piace parlare di cholismo - dice il tecnico argentino nel post partita del 3-0 al Marsiglia -, ma non dubito che questa vittoria è l'invito alla gente a provare sempre, andare avanti e mai ad arrendersi". Payet abbandona il campo in lacrime, salutato da tutto lo stadio di Lione che prova a consolare il capitano marsigliese: situazione da bollino rosso adesso per lui, che rischia di saltare (per quest'infortunio) il Mondiale in Russia.

Il colpo del ko per Garcia arriva a inizio secondo tempo e a firmarlo è ancora Griezmann dopo appena quattro minuti: palla vagante a centrocampo, Saul scambia con il francese, palla a Koke che imbuca ancora per il numero 7, sublime nell'insaccare in pallonetto. Poi l'Atletico ci ha puniti, ma non si possono fare errori del genere contro una squadra che è molto forte ed è seconda nella Liga. Se non è uno strapotere, poco ci manca. L'Atletico fa festa con il 'ninò Torres che alza il trofeo e Griezmann dato in partenza verso Barcellona.