Italia, Mancini come Sarri: 4-3-3, Insigne e Jorginho subito protagonisti contro l'Arabia

Italia, Mancini come Sarri: 4-3-3, Insigne e Jorginho subito protagonisti contro l'Arabia

L'Italia a cui mi ispiro? Così invece Mancini su Balotelli: "Mario è un giocatore particolare, già molto giovane era un grande calciatore, poi magari non ha mantenuto quello che era all'inizio".

Al Mondiale non ci siamo, ma il momento dell'assegnazione dei numeri di maglia quando inizia un nuovo ciclo, una nuova era, è sempre qualcosa di diverso e di importante. Il programma azzurro prevede tre amichevoli: domani contro l'Arabia Saudita a San Gallo in Svizzera, venerdì 1 giugno a Nizza contro la Francia, lunedì 4 giugno all'Allianz Stadium di Torino contro l'Olanda. Ci sono tante Nazionali adesso molto forti che hanno avuto problemi, ma che sono cresciute negli ultimi anni. "Vediamo come stanno Immobile e Zaza, qualcuno arriverà dall'Under21 e comunque giocheranno tutti, anche i più giovani saranno utilizzati".

Nazionale, Mancini: "Non sono un mago". Intanto Mancini, insieme al suo staff, ha diviso il gruppo in due parti, uno impegnato in una sessione tecnica-tattica, l'altro in esercizi sul campo e di questo gruppo fa parte anche Balotelli, insieme ai vari Insigne, Florenzi, Cristante e Bonucci: l'ex attaccante dell'Inter è tornato in Nazionale dopo quattro anni. Fare bene anche nelle amichevoli - ha continuato Mancini - serve anche al ranking: l'ho guardato in questi giorni e l'Italia ha una posizione che non le si addice.