Internazionali di tennis: Roberta Vinci non ci ripensa, è l'ultimo atto

Internazionali di tennis: Roberta Vinci non ci ripensa, è l'ultimo atto

"Mi ritiro: nessun ripensamento". Così Roberta Vinci ha concluso oggi agli Internazionali d'Italia 2018 in scena a Roma la sua splendida carriera dopo 21 anni di grandi successi. Stanchezza fisica, stanchezza mentale, voglia di fare altro. Era arrivato il momento di guardarsi dentro e di prendere delle decisioni, spiega la stella del tennis azzurro. Alza la voce, e tira fuori tutta la sua genuinità, strillando un lungo grazie e pronunciando frasi come "da domani sono in vacanza", o "non ne potevo più", condite da tante risate. Il sorteggio romano le ha messo di fronte un'avversaria difficile come Aleksandra Krunic, lucky loser ma vittoriosa in tutti i tre precedenti, nel 2015 magico di Robertina, ed è finita 2-6 6-0 6-3 per la serba, brava dopo un ottimo primo set dell'azzurra a far riemergere le varie difficoltà (sportive) che hanno accompagnato negli ultimi mesi il tour di addio della 35enne di Taranto. Sul futuro: "Non mi sono ancora posta il problema". Purtroppo è la resa per Roberta, perchè prima perde a zero l'ottavo game e poi nel nono Roberta annulla prima due match point, ma al terzo sbaglia il dritto e così finisce la partita. Mi piacerebbe rimanere in ambito tennistico, allenare giocatrici già forti ma anche lavorare con i bambini. Ad ogni modo per il momento penso soltanto a finire bene, con tranquillità. "La vittoria contro Serena in semifinale agli Us Open", ha detto la Vinci. Una carriera straordinaria, quella dell'atleta pugliese. Ringrazio tutti, lo staff, la federazione e grazie al pubblico. Non lo vedo drammatico questo cambio generazionale: "ci sono diverse giocatrici che possono crescere".

E poi: "Non ho rimpianti, il tennis mi ha dato e tolto tanto nella mia vita". Certo è che se da piccola mi avessero detto che avrei raggiunto i risultati che ho ottenuto non ci avrei creduto. Erano Flavia Pennetta, che vinse quella sfida, e Roberta Vinci, arrivata davvero a sorpresa in quella finale. Però penso di aver lasciato anche io qualcosa di positivo al tennis. Se guardo indietro non rimpiango nulla. "Non so, ma comunque resterò nel mondo del tennis". Ho fatto quello che volevo.