Il governo Orban è razzista. La fondazione Soros lascia Budapest

Il governo Orban è razzista. La fondazione Soros lascia Budapest

Orban vince la guerra con Soros.

La Open Society Foundations è la seconda più grande organizzazione filantropica del mondo dopo la Bill and Melinda Gates Foundation e tra le altre cose finanzia l'attività di diverse ONG.

La sede verrà spostata a Berlino, con la speranza di tornare in patria il prima possibile. "Ci unisce non solo il passato ma anche il futuro", ha detto Orban facendo riferimento allo storico sentimento di fraternità fra i due popoli, coltivato a partire dall'ottocento, nell'epoca della "primavera degli popoli". Aggiungendo che la fondazione, pur avendo deciso di chiudere la sede di Budapest, continuerà ad appoggiare ong e società civile in Ungheria nei campi della cultura, della libertà dei media, della lotta per la trasparenza, e nell´impegno delle ong a favore dell´istruzione e dell´assistenza sanitaria, specie dei ceti socialmente meno favoriti e dei migranti. Le nuove norme prevedono numerosi limiti alle attività delle ong, una tassazione del 25% dei finanziamenti che vengono dall'estero e l'obbligo di registrarsi come "organizzazioni al servizio dello straniero", con la possibilità di essere chiuse se giudicate una "minaccia alla sicurezza nazionale".