Honor 10 è realtà, caratteristiche tecniche, prezzo e data di lancio

Honor 10 è realtà, caratteristiche tecniche, prezzo e data di lancio

Il produttore cinese è riuscito a mettere insieme ciò che la maggior parte degli utenti cerca, senza superare la soglia dei 400 euro. Un progetto ambizioso, come sottolineato dal palco londinese da Zhao, che trova conferme nell'enorme successo raggiunto in patria, dove Honor è lo smartphone più venduto.

Nel design la stretta parentela con gli smartphone Huawei si fa ancora più evidente. "Dieci" ha le caratteristiche per diventare uno dei best-buy del 2018. Ma non è finita qui, perché chi si registra su Hihonor entro il 20 Maggio potrà avere uno sconto dal valore massimo di 30 euro per acquistarlo.

Ma andiamo con ordine.

Honor 10 è dotato di un sensore di impronte digitali a ultrasuoni all'avanguardia posizionato sotto il corpo in vetro. A gestire il funzionamento dello smartphone c'è il ben noto SoC Kirin 970, lo stesso chipset dei più costosi Huawei P20, P20 Pro e Mate 10 Pro.

La caratteristica che colpisce più delle altre è lo sblocco biometrico del telefonino. Quello dedicato ai giovani e a chi compra soprattutto (ma non solo) online.

Continuando l'analisi estetica, "Dieci" è dotato dell'ormai tradizionale Aurora glass. Un design realizzato grazie ad una lavorazione che impiega 15 strati di vetro 3D capaci di riflettere delle colorazioni cangianti davvero uniche.

Per quanto riguarda i colori, Honor 10 versione 4/64 GB è disponibile nelle colorazioni Midnight Black, Phantom Blue e successivamente anche Glacier Grey, mentre Honor 10 versione 4/128 GB è disponibile nelle colorazioni Midnight Black, Phantom Blue e Phantom Green. Entrambe le versioni Phantom sono il risultato della fortunata collaborazione tra il colosso cinese e il Paris Aesthetics Center, un istituto internazionale di moda per i principali professionisti del design. In compenso troviamo il jack audio standard da 3,5 mm per gli auricolari, nonostante lo spessore sottile (7,7 mm).

Il capitolo fotocamere merita un approfondimento. Grazie al lavoro di Honor, le cornici sono state dirotte al minimo e questo ha permesso di inserire un display di generose dimensioni senza che si impattasse negativamente sulle misure complessive del dispositivo.

Honor ha integrato l'intelligenza artificiale 2.0 nelle fotocamere, riuscendo a riconoscere automaticamente oltre 500 scenari suddivisi in 22 categorie in tempo reale, oltre alla capacità di rilevare i contorni dei vari oggetti, come cielo, piante, persone e identificare le loro posizioni istantaneamente. La fotocamera frontale da 24 megapixel può essere utilizzata anche per il riconoscimento facciale. Questa precisione si traduce in selfie di qualità e un effetto bokeh molto accurato.

Honor 10 ha Android 8.1, interfaccia EMUI 8.1 e funzione Easy Talk, che riduce il rumore di fondo con l'uso di auricolari o vivavoce in un ambiente ventoso e aumenta il volume dei sussurri durante conversazioni a tono basso. Caratteristiche già molto apprezzate sui modelli Huawei.

A completare il quadro la presenza in confezione di un caricatore rapido da 5V/4.5A con prestazioni da record: in 25 minuti, promette la società, è possibile riportare il "serbatoio" dell'Honor 10 al 50%.

Non è mancato poi il paragone con iPhone X, con alcune foto comparative che hanno evidenziato un migliore contrasto su Honor 10, oltre al fatto che l'elaborazione di effetti da applicare all'immagine sarebbe più lenta sul melafonino.