Giro d'Italia, Chaves vince sull'Etna

Giro d'Italia, Chaves vince sull'Etna

Sesta tappa della 101a edizione del Giro d'Italia, una delle corse a tappa di ciclismo più notte al mondo, insieme al Tour de France e alla Vuelta spagnola. Dopo aver indossato la maglia rosa sul podio Yates ha commentato ancora: "è davvero una bella sensazione". Si comincerà a salire già da Ponte Barca, quando all'arrivo mancheranno 40 km: si salirà superando Paternò e arrivando a Belpasso, dove avrà inizio un tratto di discesa, al termine del quale comincerà quella che possiamo considerare la vera e propria salita verso l'arrivo sull'Etna.

Questi gli uomini al comando: Chad Haga e Sam Oomen (Sunweb), Mickael Cherel, Nico Denz e Quentin Jauregui (AG2R), Francesco Gavazzi e Marco Frapporti (Androni), Domen Novak (Bahrain), Giulio Ciccone e Alessandro Tonelli (Bardiani), Alessandro De Marchi (BMC), Sebastien Reichenbach e Jeremy Roy (Groupama), Ben Hermans e Ruben Plaza (Israel Academy), Esteban Chaves e Jack Haig (Mitchelton), Dayer Quintana (Movistar), Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), Joe Dombrowski (EF Drapac), Robert Gesink (Lotto Jumbo), David De La Cruz e Sergio Henao (Sky), Niklas Eg (Trek), Jan Polanc, Manuele Mori e Diego Ulissi (UAE) ed Edoardo Zardini (Wilier). Chi è il nostro capitano? Poi però, grazie all'azione di Giulio Ciccone i migliori tra i fuggitivi si ricompattano a 11 km dal traguardo. Il britannico della Mitchelton-Scott va così a raggiungere il compagno Esteban Chaves, che nel mentre era rimasto l'unico battistrada ancora in testa alla corsa dopo la maxi fuga da 28 corridori. "Pinot 45"; 6. Dennis 53"; 7. Arrivo in coppia per i due compagni di squadra, con Yates che si prende la maglia rosa e lascia la vittoria di tappa a Chaves. Simon Yates è la nuova maglia rosa.

"Il primo gruppetto inseguitori, comprendente praticamente tutti gli altri principali favoriti, ha tagliato il traguardo staccato di 25", perde invece più di un minuto Rohan Dennis che così deve cedere il simbolo del primato. Il Giro è iniziato alla grande.