Gasperini attacca gli arbitri: "Pairetto mi ha minacciato"

Gasperini attacca gli arbitri:

Nel primo posticipo della trentasettesima giornata di Serie A Atalanta-Milan finisce 1-1: i rossoneri sono sicuri di un posto in Europa League, i bergamaschi virtualmente lo sono già anche se per l'aritmetica certezza servirà non perdere a Cagliari. Poi l'espulsione di Toloi, che rimedia due gialli in pochi attimi: prima per un fallo in attacco e subito dopo per l'applauso ironico all'arbitro Guida, segnalato dal quarto uomo.

Il Milan si accontenta del goal di Kessié e nel finale subisce la rimonta dell'Atalanta con Masiello.

Salve a tutti e benvenuti alla diretta testuale di Atalanta Milan, partita valida per l'anticipo della penultima giornata di campionato.

Il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Milan, dichiarando anche un interessante aneddoto sulla partita della settimana scorsa contro la Lazio all'Olimpico: "Pairetto durante la partita col Genoa mi aveva minacciato che ci saremmo rivisti a Roma dicendomi 'Non saranno concessi questi comportamenti'".

La partita è iniziata sotto un cielo plumbeo, che minacciava il diluvio, promessa effettivamente mantenuta, con tanto di riflettori a rischiarare il campo.

Serviva un risultato utile (pareggio o vittoria) per risollevarsi dopo la sconfitta in TIM Cup e approfittare del passo falso della Fiorentina.

Formazione ufficiale Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Castagne, de Roon, Freuler, Gosens; Cristante; A. Gómez, Barrow. Al 53' si è fatto avanti Cristante con una conclusione potente che ha trovato prima la deviazione poi l'esterno della rete.

Nell'ora di gioco è arrivata la rete del vantaggio milanista grazie all'ex atalantino Franck Yannick Kessiè mediante un diagonale potente da fuori area che ha battuto Berisha.

Al 69' Cristante si divora l'ennesima palla-goal della sua partita, spedendo sul fondo un tiro dall'altezza del rigore. Resta però ancora tutto aperto per centrare il sesto posto, quello che eviterebbe i preliminari, una possibilità che la squadra orobica ha tenuto aperta con il gol arrivato in pieno recupero, agevolato da un altro intervento imperfetto di Gianluigi Donnarumma.

Milan (4-3-3): Donnarumma 5,5; Abate 6,5, Bonucci 5,5, Romagnoli 6, Rodriguez 6; Kessiè 7, Biglia 6 (46′ Montolivo 4,5), Bonaventura 5,5 (83′ Borini sv); Suso 5,5 (76′ Locatelli 6), Kalinic 6, Calhanoglu 5,5.