Facebook sospende 200 app per possibile utilizzo improprio di dati

Facebook sospende 200 app per possibile utilizzo improprio di dati

Qualora Facebook individuasse un uso scorretto dei dati ottenuti attraverso le app per ora bloccate (e quelle che lo saranno in futuro), avviserà gli utenti, probabilmente aggiornando la pagina già dedicata a Your Digital Life.

Ad annunciarlo è stato Ime Archibong, vicepresidente di Facebook con la delega per i prodotti in partnership: "Finora sono state analizzate migliaia di app e circa 200 sono state sospese - ha scritto in un comunicato stampa -, in attesa di una indagine completa per accertare se esse hanno davvero raccolto dati impropriamente".

Facebook, sulla scia dello scandalo di Cambridge Analytica, ha di recente pubblicato un aggiornamento sulle sue "indagini" effettuate su tutte quelle "app che hanno avuto accesso a grandi quantità di dati degli utenti".

Nonostante lo scandalo di Cambrydge Analytica, la società accusata di aver utilizzato i dati degli utenti Facebook per orientarne le intenzioni di voto nel corso della campagna presidenziale americana e che ha portato Zuckerberg a deporre di fronte al Congresso, il business della società di Menlo Park non sembra averne risentito. "Alle persone - conclude il post - sarà mostrato se loro, o i loro amici, hanno installato un'app che ha abusato dei dati prima del 2015, così come abbiamo fatto per Cambridge Analytica".

Al momento non si conosce molto di più, né è trapelato qualche nome di applicazione finita sotto investigazione.

"Il lavoro per individuare tutte le app che potrebbero aver usato in modo improprio i dati personali raccolti richiederà molto tempo", fa sapere Archibong che ha però precisato anche che team di esperti stanno lavorando per compiere tutte le verifiche del caso il più rapidamente possibile.