Embraco, salvi tutti i posti di lavoro con stessi diritti e retribuzioni

Embraco, salvi tutti i posti di lavoro con stessi diritti e retribuzioni

Oggi sono stati presentati ai sindacati i progetti delle due aziende che investiranno nel nuovo progetto "riprendendo tutti i lavoratori con gli stessi diritti e le stesse retribuzioni, senza nessun supporto di denaro pubblico". Per la reindustrializzazione dello stabilimento non sono previsti interventi pubblici, le due realtà infatti "useranno la dote che Whirlpool ed Embraco hanno messo a disposizione per i lavoratori", ha aggiunto Calenda.

Il primo piano, affermano i sindacati, "fa capo alla israelo-cinese Ventures Production, una società neocostituita composta all'85% da Ventures Srl e al 15% da Guangdong Electric. Il periodo da giugno 2018 allo stesso mese del 2020 sarà coperto con l'uso degli ammortizzatori sociali".

Altri 40 andrebbero a una società torinese, l'Astelav, specializzata nella rigenerazione dei frigoriferi usati.

Torna il sereno sul futuro dello stabilimento ex Embraco di Riva di Chieri (To). L'accordo dovrebbe essere chiuso, se tutto andrà come previsto, nella giornata di venerdì a Torino, con un incontro all'Unione industriale.