Crollo a Piazza Affari, in salita spread e rendimento Btp

Crollo a Piazza Affari, in salita spread e rendimento Btp

L'instabilità della situazione politica del Paese che vede ancora lontana la formazione di un governo, a più di due mesi dalle elezioni del 4 marzo, e la paura di un possibile governo Lega-M5S dalla deriva populista si ripercuotono sulle Borse europee. Più tardi, intorno alle 14,30, la discesa continua: -2,51% a quota 23.700 circa. Cali vicini al 2,5 per cento anche per le big Intesa sanpaolo e Unicredit. Tra i peggiori titoli del Ftse Mib spiccano tutti i bancari con -2,69% di Banco BPM, -2,49% per Mediobanca.

Lo spread tra Btp e Bund tedesco a dieci anni stamattina ha aperto in netto rialzo a 137,3 punti dopo le indiscrezioni della vigilia sulla Bozza di contratto per il governo tra M5S e Lega. Sul fronte immigrazione a parlare è stato il commissario europeo alla Migrazione Dimitris Avramopoulos che ha lodato l'Italia ricordando il sostegno ad essa fornito proprio da Bruxelles. Per la divisione di ricerca della banca francese, un eventuale downgrade a "Baa3" non sarebbe di per sé sufficiente a scatenare un ampio sell off sui BTP, ma indubbiamente un downgrade unito a un outlook negativo "alimenterebbe i timori di un giudizio sui BTP inferiore al rating 'investment-grade'". E poiché il tasso del bund tedesco stamani scende di 2 punti allo 0,62%, lo spread si allarga di 7 punti base in questo momento a 138 punti.