Commissario Ue: "Mercati insegneranno agli italiani a votare". Salvini. "Pazzesco, ci minaccia"

"Le minacce di Oettinger non ci fanno paura: gli italiani insegneranno ai tecnocrati di Bruxelles e ai signori dello spread che cosa è la democrazia", dichiara Giorgia Meloni. In un successivo tweet, in tedesco, viene riportata un'altra frase del commissario: "Abbiamo fiducia nel nuovo governo italiano". Suona decisamente meno "aggressivo", ma la sostanza non cambia molto: "Quello che temo e che penso accadrà è che le prossime settimane finiscano per mostrare drastiche conseguenze nei mercati italiani, sui titoli e sull'economia, così vaste che dopotutto potrebbero spingere gli elettori a non votare per i populisti di destra e di sinistra".

L'Italia ricevera' "piu' soldi" grazie alla la proposta della Commissione per la politica di coesione nel bilancio pluriennale 2021-2027, ha detto il commissario responsabile del Bilancio, Guenther Oettinger, in un dibattito all'Europarlamento. Cari Oettinger e fascistelli vari, gli italiani hanno imparato sulla loro pelle cosa sia giusto votare quando hanno scelto di mandare a casa coloro i quali li avevano resi poveri. Il leghista, che ora chiede le dimissioni di Oettinger, ha aggiunto: "Se non è una minaccia questa...".

"Pazzesco, a Bruxelles sono senza vergogna", ha affermato Salvini.

Mentre il commissario agli affari economici Pierre Moscovici ha mantenuto un profilo più basso: "Gli italiani hanno bisogno di scegliere il loro destino ed avanzare con le loro regole democratiche verso il destino che si sceglieranno e allo stesso tempo di restare nell'ambito delle regole comuni e nell'euro, che è positivo per tutti noi". "Juncker è stato informato di questo commento sconsiderato, e mi ha chiesto di chiarire la posizione ufficiale della Commissione: compete agli italiani e soltanto a loro decidere sul futuro del loro paese, a nessun altro": così il portavoce del presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker a proposito dei commenti di Oettinger. "Se è vera è una dichiarazione offensiva, irricevibile, stupida", aggiunge il presidente dem Matteo Orfini.

Anche il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, su Twitter commenta le parole del commissario Europeo al Bilancio, Oettinger, e scrive: "Nessuno può dire agli italiani come votare. Un commissario che si occupa di bilancio dovrebbe sapere quanto e' facile e pericoloso influenzare i mercati", ha spiegato Toia. Il 26 ottobre 2016, nel corso di un convegno, definì i cinesi dei "furbastri con gli occhi a mandorla" che "si pettinano usando il lucido da scarpe", parole anche vagamente razziste rivolte al primo partner commerciale di Berlino.

"Le parole del Commissario europeo al Bilancio sono assurde e inaccettabili".

"Nei sistemi democratici come il nostro - ha dichiarato il deputato Emanuele Fiano - non sono certo i mercati che devono insegnare a votare".

"Gunther Oettinger, si dimetta immediatamente".

Contro le dichiarazioni Oettinger - ancora non confermate dal commissario - si sono schierati quasi tutti i partiti italiani.