Champions League: l'Europa passa per Roma

Champions League: l'Europa passa per Roma

Dopo il pareggio contro la Juventus i giallorossi hanno bisogno ancora di un punto per avere la certezza del terzo posto che, almeno economicamente, varrebbe molto più del quarto. Il brasiliano si riprenderà il posto al centro della difesa, affianco a Skriniar. Il classe '94 andrebbe a scalzare Vecino, ricomponendo con Brozovic la coppia che aveva ridato equilibrio alla squadra nerazzurra. La classifica vede la Lazio a 3 lunghezze sopra i nerazzurri, ragion per cui gli uomini di Inzaghi avranno a disposizione due risultati su tre, contro un'Inter costretta a tentare il colpaccio a Roma per centrare l'obiettivo.

Certo, i contemporanei infortuni di Immobile, Parolo e Luis Alberto, tra i principali protagonisti della cavalcata biancoceleste, hanno destabilizzato l'equilibrio della squadra complicando non poco il cammino verso la Champions. "Non ha alcun demerito, ha solo meriti e mi aspetto che faccia quello che ha fatto per tutto il campionato". Crotone e Spal (che si fa rimontare dal Torino) si collocano a 35 punti alle spalle di tutte le altre che vincono in trasferta: a 36 c'e' il Cagliari che riesce nell'impresa di fare bottino pieno a Firenze, a 37 Udinese e Chievo che si impongono in casa del Verona e del Bologna, che conquista comunque la salvezza. E si sarebbe giocato senza alcun verdetto da stabilire.

Tra i problemi principali della Lazio, ce ne sono svariati; a mio avviso, qualcosa si è incrinato nella debacle di Salisburgo, quando i biancocelesti sono riusciti nell'impresa in negativo di uscire di scena dall'Europa League, con la qualificazione in tasca. O se almeno Suning l'anno prossimo gli dia la panchina nerazzurra che ha sempre sognato.