Caso De Vrij, Lotito si scaglia contro l'Inter: "Non hanno avuto rispetto!"

Caso De Vrij, Lotito si scaglia contro l'Inter:

Il pallone è legato a tanti fattori imponderabili. Non bastano 100 milioni.

L'imprenditore romano ha anche un messaggio a chi vuole comprare i prezzi pregiati della Lazio, in particolare Milinkovic-Savic: "Ho letto un giornale che titolava: 'Supermarket Lazio'". Noi abbiamo un ruolo delicato: i presidenti coltivano sentimenti e passioni comuni. Noi dobbiamo rappresentare, soprattutto attraverso i campioni, un modello d'esempi. Fa parte di un retaggio che io combatto. Coniugare il risultato sul campo con quello economico è molto importante. In passato non bussavano, oggi è diverso.

L'unica pecca di una stagione straordinaria, caratterizzata anche da un intenso ed importante cammino in Europa League, è stata sicuramente quella di non essere riusciti a centrare con la Lazio la tanto ambita qualificazione per la prossima Champions. In ogni caso non mi piace fare dietrologie: "potevamo meritare di occupare una posizione di classifica diversa, ma abbiamo perso". Voglio che nel calcio vinca il merito e che non si finga, per questo motivo ho insistito per l'inserimento del VAR e della goal line technology. Stiamo facendo di tutto per rendere sempre più credibile questo sport. "I fatti stanno sotto gli occhi di tutti, come i bilanci che sono pubblici".

Infine, sulla prestazione di Stefan de Vrij contro l'Inter ha rivelato: "Lo abbiamo schierato contando sulla serietà professionale del giocatore". L'Inter con più garbo e rispetto dei valori sportivi non avrebbe dovuto mettere in difficoltà psicologica il giocatore con la storia del contratto depositato. "Se il contratto ce l'hai da gennaio, perchè esce fuori solo in quel momento la notizia?". Ho rifiutato 110 milioni il 29 di agosto (probabile riferimento ad un'offerta per Felipe Anderson, ndr). "Ad ogni modo non è un problema di prezzo, sta bene alla Lazio".