CAIVANO - Abusa della nipote, arrestato

CAIVANO - Abusa della nipote, arrestato

Avrebbe abusato a lungo della nipote 15enne.

Il Parco Verde di Caivano torna agli altari della cronaca e di nuovo per motivi ignobili: nel luogo dove imperversano micro-criminalità, Camorra, spaccio di droga e consumo di stupefacenti, purtroppo il degrado urbano raggiunge anche episodi frequenti e non controllati di abusi e violenze su giovani e giovanissime. La minore aveva affidato il segreto ad un'amica chele aveva consigliato di parlare con l'assistente sociale responsabile di una onlus per minori e famiglie frequentata dalla ragazzina. E' scattata così l'indagine che ha portato in carcere l'uomo, residente nel Parco Verde di Caivano (Napoli), lo stesso complesso di edilizia popolare finito sotto i riflettori per l'omicidio della piccola Fortuna, la bimba di 6 anni più volte stuprata e poi uccisa dal vicino di casa Raimondo Caputo, condannato all'ergastolo. Gli accertamenti clinici hanno poi consentito di avvalorare il narrato accusatorio della vittima. Di fatto è stata la madre della vittima a sporgere denuncia ai carabinieri di Casoria, nel Napoletano. Gli abusi raccontati dalla vittima sarebbero avvenuti fino a marzo 2017, ed erano cominciati quando la ragazzina aveva meno di 14 anni.