Benzina, vola il prezzo alla pompa: ai massimi dal luglio del 2015

Benzina, vola il prezzo alla pompa: ai massimi dal luglio del 2015

Il prezzo della benzina sale a 1,6 euro al litro e salgono i timori. D'altronde da inizio del 2018 il prezzo del petrolio è aumentato del 17%.

Quotidiano Energia - Non si fermano gli aumenti sulla rete carburanti nazionale.

I mercati reagiscono con qualche segnale di preoccupazione alla bozza del contratto Lega-M5s che prevedeva un'uscita dell'Italia dall'euro, bollata subito come superata, mentre le due forze politiche continuano a lavorare alla formazione di un nuovo governo. Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,485 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,484 a 1,506 euro/litro (no-logo a 1,464). Sul territorio, di conseguenza, torna a intensificarsi l'andamento crescente dei prezzi praticati. Quotidiano energia, che spacchetta i vari dati su cui viene calcolata la media, indica che oggi in modalità self la benzina costa in media 1,615 euro, mentre in modalità servito la media è pari a 1,739 euro al litro. Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,739 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,716 a 1,801 euro/litro (no-logo a 1,632), mentre per il diesel la media è a 1,614 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie da 1,599 a 1,673 euro/litro (no-logo a 1,507). Il Gpl, infine, va da 0,631 a 0,657 euro (no-logo a 0,623). E preoccupati per l'estate che sta arrivando, che si profila all'insegna del "caro-pieno", sono naturalmente i consumatori, tanto che il Codacons che chiede l'intervento dei Nas per indagare sui rincari dei listini. Nelle ultime ore, i listini di benzina e gasolio sono sensibilmente aumentati, al punto che per un litro di diesel si spende oggi il 3,3% in più rispetto al mese scorso. "Rincari anche per la benzina, che aumenta alla pompa del +2,8% al punto che per un pieno di carburante si spendono oggi 2,3 euro in più rispetto al mese scorso" spiega l'associazione dei consumatori.

Però a rischiare il collasso economico non sono solo gli automobilisti: secondo la Coldiretti, questo rincaro avrà un effetto valanga su tutte le spese: "In un Paese come l'Italia - si legge in un comunicato stampa della Coldiretti - dove l'85% dei trasporti avviene su gomma, l'aumento dei prezzi dei carburanti avrà un effetto valanga sulla spesa, considerando l'aumento dei costi di trasporti da sommare a quelli di produzione, trasformazione e conservazione".